Come riuscire a correre senza fermarsi

Come resistere alla corsa per 30 minuti

È normalissimo avvertire questa flessione, che produce sentimenti di fallimento, angoscia, rabbia… e ci porta a chiederci cosa non abbiamo fatto per non essere riusciti a correre al ritmo a cui sapevamo di essere preparati.

Le gare non si corrono solo con le gambe, anche la mente gioca un ruolo molto importante in uno sport essenzialmente solitario, che genera lunghi momenti di solitudine in cui i pensieri possono buttare all’aria un piano di allenamento ben fatto, o possono anche spingerci in avanti quando non c’è quasi più forza fisica nel nostro corpo.

La chiave, piuttosto che partire lenti o veloci, è trovare un ritmo ottimale per correre l’intera gara. Per raggiungere questo obiettivo è necessario cercare di “visualizzare” il proprio obiettivo finale e creare un’immagine chiara nella propria testa di quale sia il piano per raggiungerlo, immaginando possibili scenari che ci rendano mentalmente più chiari in quel momento.

Prima di correre, è bene effettuare una “preparazione mentale” che vi aiuti ad anticipare le situazioni e a sentirvi più pronti ad affrontarle. È il pensiero in azione per rispondere a qualsiasi situazione vi capiti. È avere un piano “A”, “B” o anche “C” per affrontare la corsa con la consapevolezza del nostro obiettivo finale.

Muy interesante:  Come si deve correre

Come non stancarsi durante il jogging

Anche se, come sempre, è meglio farsi consigliare da un allenatore professionista su cosa fare, ecco alcune delle cose da NON fare se si vuole correre sempre più velocemente:

– Non abbiate fretta. Per quanto possa sembrare paradossale, non si può avere fretta di correre più velocemente. Il miglioramento della muscolatura e dell’apparato respiratorio avviene poco a poco, settimana dopo settimana. Non volete vedere i risultati in poche settimane, perché questo vi porterà solo alla frustrazione. Più tempo si dedica alla preparazione del corpo, più i miglioramenti saranno duraturi.

– Non arrendetevi. Come abbiamo detto, i risultati possono richiedere tempo. Ma ciò che è certo è che la coerenza e la continuità sono due scommesse sicure. Attenetevi al vostro piano senza diventare ossessionati e vedrete che, prima di accorgervene, correrete al di sotto del tempo che vi siete prefissati.

Ma tutto questo tenendo anche presente che non possiamo porci obiettivi impossibili. A volte commettiamo l’errore di voler raggiungere obiettivi che non sono alla nostra portata. Se speravate di scendere sotto, ad esempio, 1h40′ nella mezza maratona, ma ora state correndo 1h50′, scendere sotto i 10 minuti potrebbe essere troppo. Stabilisce obiettivi intermedi e non vuole bruciare le tappe. Ricordate che, anche se è bello avere obiettivi di miglioramento, non è bene farsi prendere dall’ossessione. Lo facciamo per divertirci, non è quello che diciamo tutti?

Muy interesante:  Come rintracciare una spedizione co altro corriere 24 ore

Come respirare per correre senza stancarsi

Tuttavia, sapere che è il cervello a frenare non è sufficiente per migliorare i tempi. Ricercatori di diverse parti del mondo hanno testato diversi metodi per sfruttare l’energia cerebrale, e uno di questi metodi si basa sull’allenamento della parte cognitiva, rendendola più resistente.

Uno degli studi ha dimostrato che i ciclisti tendono a rallentare fin dalla partenza quando il clima è caldo. Si tratta di una reazione inconscia, poiché il corpo non ha ancora avuto modo di riscaldarsi. Pertanto, hanno condotto un esperimento con un termometro modificato, in modo che i ciclisti leggessero falsamente una temperatura più bassa. In questo modo, i ciclisti hanno ottenuto un tempo notevolmente migliore.

Samuel Marcora della Sturt University australiana aveva già stabilito che le attività di resistenza dipendono dalla percezione dello sforzo da parte del cervello. L’affaticamento mentale può quindi influire negativamente sulle prestazioni fisiche. Questa scoperta è stata fatta grazie allo studio di due gruppi di persone. Prima di andare a correre, a un gruppo è stato chiesto di guardare un film per 90 minuti, mentre all’altro gruppo è stato chiesto di svolgere attività più impegnative dal punto di vista mentale, come completare dei test.

Muy interesante:  Come nei film lui le corre dietro

Come correre senza affaticarsi nel calcio

Si può diventare più veloci, un po’ alla volta, senza esaurirsi del tutto. Per vedere i progressi realistici verso un ritmo più veloce, provate alcuni dei seguenti suggerimenti. Se volete correre in modalità “bestia”, complimenti, provateli tutti.

Questo non significa che dovete perdere un minuto dal vostro tempo sul miglio in una notte. Un buon piano di allenamento migliorerà la velocità in modo graduale attraverso una serie di allenamenti (avete bisogno di aiuto? Consultate i programmi di allenamento sull’App Nike Run Club).

In generale, si dovrebbe concentrarsi sugli sprint (ad esempio, ripetizioni di 200m, 300m o 400m) solo a settimane alterne, afferma Jason Fitzgerald, preparatore atletico certificato negli Stati Uniti, Head Coach di Strength Running e conduttore del podcast The Strength Running. Questo tipo di esercizio è una delle parti più stressanti dell’allenamento, quindi è necessario più tempo per recuperare, spiega l’esperto. Nelle settimane in cui non si fanno sprint, Fitzgerald aggiunge che si possono fare intervalli più lunghi, come ripetizioni di 800 metri o di un chilometro, a quella velocità più dolce che permette di parlare, per migliorare ulteriormente la velocità e la resistenza.